www.archiviomauriziospatola.com: “Come ho dipinto certi miei quadri”, Gianfranco Baruchello, Geiger 1976

Tag

Con questo  i documenti online nel sito sono ora 154 per 6092 pagine, 73 files audio e 13 video complessivi.

Now  documents in my site are 154 for a total of 6092 pages, 73 audio files and 13 videos

Copia di baruchello_geiger_poesia_28 - copertina.jpg

Gianfranco Baruchello, Come ho dipinto certi miei quadri (1976)

Nell’accingermi a scrivere le consuete righe di presentazione al documento che segue, il bel librino di Gianfranco Baruchello uscito nel 1976 nella collana “poesia” delle Edizioni Geiger, mi sono fatto rileggere la recensione che ne scrisse il giovanissimo poeta Antonio Curcetti per il numero 17/20 di “Tam Tam” del 1978: trovando la sua analisi non solo attenta e puntuale, ma anche dettagliata e ricca di spunti per la comprensione dell’arte baruchelliana, modus operandi incluso, ho deciso di usare il testo di Curcetti quale introduzione all’argomento. Mi limito perciò qui a notare come l’inserimento di questo vero e proprio libro d’arte in una collana dedicata alla poesia non era altro che la messa in pratica dell’assunto teorico fondativo della nostra piccola casa editrice: quella “poesia totale” su cui mio fratello Adriano, con diversi compagni di strada, aveva imperniato la sua multiforme attività poetico e artistica e persino i ritmi della sua vita quotidiana. Nella collana “poesia” pubblicammo altri libri d’arte come Alfabeto di Giuliano Della Casa o Perizia calligrafica di Pablo Echaurren. Come ho dipinto certi miei quadri di Baruchello,  numero 28 della serie, uscì in 250 copie numerate di cui le prime 25, contraddistinte da numeri romani, colorate a mano dall’autore. Quella qui riprodotta, la numero XXV, appartiene a mio fratello Tiziano che me ne ha inviato la scansione, pagina per pagina, cosa di cui lo ringrazio.

Maurizio Spatola 

http://www.archiviomauriziospatola.com/ams/aziende/ams/prod/pdf_geiger/G00318.pdf?a=598ee505e1ef9

 

Parma. ‘#GrandTourists’, Musei parmensi Abbazia di San Giovanni Evangelista

Tag

Poppi.jpg

#GrandTourists

Immersioni nelle collezioni, accumulazioni e ossessioni
dei musei e degli archivi di Parma

giovedì 3 agosto 2017, ore 18.30
Conferenza di Kurt Forster

Biblioteca Monumentale dell’Abbazia di San Giovanni Evangelista, Parma

Giovedì 3 agosto si terrà l’ultimo appuntamento pubblico con #GrandTourists, progetto che riformula in senso contemporaneo la tradizione settecentesca del viaggio culturale attraverso quattro residenze rivolte a personalità d’eccellenza a livello internazionale. Alle ore 18.30, Kurt Forster parlerà di Itineranti, visitatori, turisti: dai frammenti alle immagini nella splendida cornice della Biblioteca Monumentale dell’Abbazia di San Giovanni Evangelista di Parma.

 

#GrandTourists è un progetto dell’’Università di Parma, nell’ambito del bando di Fondazione Cariparma Reti d’Arte 2016, che, attraverso un programma di residenze pensate per artisti, curatori e intellettuali, valorizza strategicamente e sinergicamente la rete di musei e istituzioni parmensi dedicate alla conservazione del patrimonio museale e archivistico. Il progetto è coordinato dal Sistema Museale dell’Università di Parma, con CSAC – Centro Studi e Archivio della Comunicazione, insieme a una rete di partner costituita da Museo Guatelli, Museo Glauco Lombardi e Archivio di Stato di Parma.

 

Il titolo #GrandTourists allude direttamente al valore aggiunto dato dallo sguardo esterno e qualificato di “turisti” d’eccellenza, riferendosi in modo evocativo a quella cultura di viaggio maturata nel XVIII secolo e oggi profondamente trasformata in un’ottica nuova e contemporanea.

 

Le residenze hanno un duplice obiettivo: da un lato, produrre nuove forme espositive, interventi e contenuti, rendendo così accessibili materiali non sempre facilmente visibili, e portando una luce differente su storie e collezioni attraverso innovative pratiche di storytelling e di allestimento; dall’altro, aggiungere nuovi significati a forme espositive ormai consolidate e agli oggetti presenti nelle collezioni, attraverso seminari, workshop e incontri pubblici che aprano nuove prospettive di ricerca a livello internazionale.

 

Kurt Forster, insieme ad Elisabetta Terragni, è protagonista di una residenza organizzata tra lo CSAC, l’Archivio di Stato di Parma e il Museo di Storia Naturale di Ateneo.

Lo storico Kurt Forster ha insegnato presso la Stanford University, il MIT (Massachusetts Institute of Technology), l’ETH di Zurigo, e la Bauhaus University di Weimar e fondato e diretto istituti di ricerca presso il Getty Research Center di Los Angeles e il Canadian Centre for Architecture di Montreal. Ha organizzato importanti mostre su Schinkel a Chicago, Carlo Scarpa a Vicenza, Herzog & de Meuron a Montreal, e per la Biennale di Venezia 2004 e pubblicato numerose monografie sulla storia dell’arte e dell’architettura. Elisabetta Terragni, dopo la laurea al politecnico di Milano, è stata assistente al Politecnico Federale di Zurigo, ha vissuto due anni à Montreal e dopo il ritorno ha insegnato museografia al Politecnico di Milano. Nel 2005-2006 è stata Distinguished Visiting Professor al New York Institute of Technology ed è attualmente Associate Professor alla City University of New York. Dirige anche corsi e seminari di progettazione e tiene seminari in Germania, Svizzera e in Italia. Architetto ed erede di Giuseppe Terragni, uno dei padri del razionalismo italiano, si occupa del riuso di infrastrutture della mobilità dismesse e di convertire luoghi trascurati e degradati in nuovi spazi collettivi dividendosi tra New York e Como dove ha sede lo Studio Terragni Architetti.

Oltre a lezioni aperte al pubblico sugli esiti delle loro ricerche a Parma, i due “grandtourists” realizzeranno un progetto di studio/espositivo sul rapporto tra museo, territorio e collezioni.

 

Una pubblicazione riprenderà e documenterà gli esiti delle residenze e costituirà un punto di partenza per una riflessione più ampia dedicata alla valorizzazione del patrimonio culturale attraverso progetti espositivi e di divulgazione scientifica, in coerenza con la missione dell’Università.

www.archiviomauriziospatola.com: ‘Padrelingua’da un’idea di Massimo Mori Dante recitato da 15 poeti d’Avanguardia

Tag

,

Con questo  i documenti online nel sito sono ora 153 per 6067pagine, 73 files audio e 13 video complessivi.

Now  documents in my site are 153 for a total of 6067 pages, 73 audio files and 13 videos

copertina DVD.jpg

Padrelingua, da un’idea di Massimo Mori, Morgana Edizioni, Firenze 2015
Terzine dantesche dalla Divina Commedia scelte e recitate da poeti d’Avanguardia

  Sullo sfondo di una Firenze sempre affascinante e sovente riconducibile all’epoca prerinascimentale, in cui visse l’Alighieri, si odono le voci di quindici poeti (uomini e donne, alcuni stranieri) che negli ultimi decenni, in qualche caso sin dagli Anni Sessanta hanno movimentato la scena letteraria internazionale alla ricerca di nuovi linguaggi e moduli espressivi della poesia, sull’onda di quella che è stata chiamata Neoavanguardia o Poesia sperimentale…
Si tratta di Padrelingua, un DVD realizzato nel 2015 (750° anniversario della nascita di Dante) portando a compimento un progetto che frullava da diversi anni nella testa di un eclettico poeta e artista fiorentino, Massimo Mori, noto anche come organizzatore di eventi culturali, come Il fido maestro giardiniere (Pratolino, 1987) o i numerosi che ha curato per una ventina d’anni nello storico Caffè letterario delle “Giubbe Rosse”…
Come di consueto nella sezione Audiovideopoetry i documenti sono suddivisi in due parti, una testuale e una composta di diversi file semplicemente audio o, come questo, audio-video. Nella prima parte compaiono, oltre a questa mia breve introduzione, tre ampie e significative recensioni a Padrelingua, firmate rispettivamente dallo scrittore fiorentino Stefano Lanuzza, dal poeta napoletano Lello Voce (che stabilisce un parallelo con l’opera di Arrigo Lora Totino) e dal poeta e docente italo-americano Luigi Fontanella. I testi sono separati da alcune immagini della mostra allestita nel 2010 al Circolo degli Artisti.
Nella parte audio-video comprensibili ragioni di spazio mi hanno obbligato a limitare il numero di file riprodotti, otto su quindici (segnalati in grassetto), che seguono comunque l’ordine di apparizione nel DVD. La voce di Massimo Mori premette, conclude e come una sorta di Virgilio guida gli ascoltatori/spettatori fra i poeti che si susseguono nella lettura delle terzine dantesche: Lello Voce, Martha Canfield, Julien Blaine, Luigi Fontanella, Alessandra Borsetti Venier, Giovanni Fontana, Bartolomé Ferrando, Kiki Franceschi, Marco Palladini, Giulia Niccolai, Enzo Minarelli, Tomaso Binga, Endre Szkarosi, Mariella Bettarini, Milli Graffi
Maurizio Spatola

http://www.archiviomauriziospatola.com/ams/aziende/ams/prod/pdf_videopoesia/V00317.pdf?a=597c663246f41

Avviso importante: per consultare i video occorre accedere prima alla sezione “Audiovideopoetry”.

Important notice: to see videos you must first access the “Audiovideopoetry” section.

Verona. Uscito “Anterem” numero 94, rivista di ricerca letteraria fondata nel ’76

Tag

,

Continua a uscire con encomiabile coerenza e puntualità la rivista veronese fondata nel 1976 da Flavio Ermini e Silvano Martini, ancora diretta dal primo. Come si evince dal titolo il periodico si occupa sì di letteratura, ma con attenzione particolare alle sue radici filosofiche, vedi il progetto enunciato in seconda di copertina.

anterem.jpg

 

indice.jpg

indice.jpg

Torino. Uscito “Offerta Speciale” n. 59: rivista internazionale di Poesia visiva

Tag

Con il consueto titolo dal sapore gastronomico è uscito il numero 59 di “Offerta Speciale”, la rivista torinese fondata nel 1978 da Carla Bertola e Alberto Vitacchio e da sempre dedita a offrire una panoramica internazionale sulla Poesia visuale.
Buon lavoro alla simpatica e intramontabile coppia di poeti torinesiofferta speciale.jpg

 

 

 

offerta speciale 2.jpg

Milano. “Una serata per Gianni Bertini” ‘Leggere/non Leggere’ alla Derbylius

Tag

NELL’AMBITO DELLA MOSTRA:

“LEGGERE/non leggere”…

… Libro d’artista e oltre …                

lunedi 10 luglio  2017 – ore 18.30

 

“UNA SERATA PER GIANNI BERTINI”

Alberto Casiraghy presenta l’edizione “LE COSE”

 Edizione speciale n. 9968 – edizione in 21 copie

Contenente un disegno di Gianni Bertini inciso su legno di pero da Adriano Porazzi.

SARANNO PRESENTI

L’EDITORE, GLI ARTISTI BRUNO DI BELLO, ELIO MARIANI E IL FOTOGRAFO  ENRICO CATTANEO

“LEGGERE/non leggere”…

… Libro d’artista e oltre ….

10a edizione

“Vent’anni in Via Pietro Custodi”

Alberto Casiraghy, Liliana Ebalginelli, Fernanda Fedi, Paola Fonticoli, Kiki Franceschi , Gianni Gangai, Gino Gini,  Anna Lambardi, Elio Mariani, Kaori Miyayama, Lamberto Pignotti, Aldo Spinelli.

Opere – libri d’artista – libri oggetto

27 giugno – 19 settembre 2017

Una collettiva che, giunta alla sua decima edizione, riassume e riunisce il lavoro che caratterizza la ricerca di Carla Roncato. Un viaggio attraverso i confini della scrittura: nella sua presenza e nella sua assenza, nel libro d’artista, nel libro oggetto e nell’opera d’arte in quanto tale. La parola/pensiero fatta immagine, diventa oggetto di rielaborazione, di re-invenzione, di libera interpretazione di artisti che hanno scelto la parola come “materia” per la loro ricerca e che su di essa hanno costruito un paradigma artistico assolutamente imprevedibile dando vita a opere insolite ed esperimenti visivi inconsueti; mettendo in relazione le varie tecniche di espressione artistica di ieri e di oggi.

Collateralmente saranno presenti edizioni, libri oggetto di Ugo La Pietra, Gianni-Emilio Simonetti, Adriano Accattino, “Le palle” di Gianantonio Garlaschi, i “Topi” di Madest (Massimo de Stefanis), le scritte di Giacomo Spazio, le poesie di Anna Spagna Bellora, i “Frammenti di Emily Joe”, le fotografie di Enrico Cattaneo (che hanno storicizzato personaggi del mondo artistico di Derbylius).

Come pure libri e opere degli amici  Pippa Bacca, Mirella Bentivoglio, Ugo Carrega, Luciano Caruso, Betty Danon, Vincenzo Ferrari, Arrigo Lora Totino e Gianni Bertini al quale sarà dedicata una serata speciale lunedi 10 luglio con la presentazione di un’edizione realizzata per l’occasione da Alberto Casiraghy con la sua casa editrice “Pulcinoelefante”

DERBYLIUS Libreria Galleria D’arte – Via P. Custodi 12 – Milano Tel. 02 39437916

info@derbylius.itwww.derbylius.com