Tag

Einladung_Balestrini_2015_pressefoto

 

 alfabetosperimentale
Una festa di immagini e segni per Nanni Balestrini
4 dicembre 2015, apertura ore 18

Galerie Wechselstrom
1160 Wien, Grundsteingasse 44
dalle ore 20, letture/proiezioni/performance/discussione

Kunsttankstelle Ottakring, Grundsteingasse 45-47 (di fronte)

Mostra ideata da e a cura di: Gertrude Moser-Wagner
Allestimento/Moderazione: Ralph Klever, Reinhard Sauer

Discussione: bahoe books

Durata della mostra: 4.12 -18.12.2015, merc. – sab. 16:00 – 20:00,
www.wechsel-strom.net

Mostra e serata di lettura a Vienna con e in onore di Nanni Balestrini (80) con la collaborazione artistica di amici dell´arte – una serata che toccherà tutti e tre i lati di Nanni Balestrini: l’artista, lo scrittore e l’uomo politico.

PROGRAMMA

Luogo: Kunsttankstelle Ottakring, 1160 Wien, Grundsteingasse 45-47
www.kunsttankstelleottakring.at
20:00
Performances: Gertrude Moser-Wagner, Zsuzsanna Balla, ALL’ARRABBIATA
Letture:
Robert Huez da „Altrove – Aus der Fremde“ Ernst Jandl (tradotto da Nanni Balestrini, 1995).
Ralph Klever da Nanni Balestrini „Blackout“ (Klever Verlag, 2015). Jürgen Schneider da „Landschaften des Wortes” (Assoziation A, Berlin/Hamburg).
Videoproiezioni: „Tristanoil“ (Nanni Balestrini, Documenta 2012). „Gesichtsfeld“ (G. Moser-Wagner & Doris Jauk-Hinz, 2012) www.nannibalestrini.info

21:00
Conversazione con Nanni Balestrini su “Carbonia” (bahoe books, 2015)Allestimento: Maria Rossi

Seguono drink, musica e party
Quest’anno sono stati dedicati a Nanni Balestrini (80) grandi mostre, premi e pubblicazioni di libri. Come pochi altri artisti, Balestrini riesce a riunire nella sua opera letteratura sperimentale, arte figurativa e attivismo politico. Attento, collegiale e curioso ci ha dato esempio, in modo modesto, della possibilità del “Noi“ anche se nel frattempo a causa delle richieste di importanti musei internazionali si è rafforzato il collegamento tra azioni artistiche e la sua persona.

Dice Gertrude Moser-Wagner:
“Nanni Balestrini l´ho conosciuto solo nel 2006. Nell´ambito del mio „FISCHERSTIEGE alter ego“, progetto artistico in luoghi pubblici, proprio dietro al vecchio Municipio di Vienna, nel caffè per famiglie Lolligo, due giovani padri mi hanno fatto conoscere “il Balestrini“, a Vienna al teatro Rabenhof con uno spettacolo sulla sua letteratura politica e il suo attivismo.
Lo stesso anno, Batya Horn allestì nella Galleria Spitter Art una mostra dal titolo “MOTS“. Il poeta e teorico Ferdinand Schmatz tenne una presentazione introduttiva dei tipici collage di Balestrini dal linguaggio sperimentale.
Klaus Neundlinger, filosofo e conoscitore dell´Italia, che aveva sempre accompagnato i miei progetti con dei testi di carattere politico sociale, aveva già incluso, tra gli altri, anche Balestrini nel suo lavoro.
Intorno a Nanni Balestrini si è sviluppata una “family viennese“ fatta di arte, letteratura, filosofia e attivismo, il cui nucleo sono gli artisti che gli dedicano questo evento del 4 dicembre 2015.
Nel corso degli anni ho coinvolto Balestrini in molti progetti artistici, sia in Austria che in Italia. Da questo materiale derivano gran parte dei lavori esposti nella Galleria Wechselstrom.
Dal suo ambiente professionale a Roma e Milano, Balestrini mi ha generosamente procurato contatti.
Dal punto di vista letterario l’Alte Schmiede e, negli ultimi anni, la Wiener Literaturhaus si sono impegnati molto per Balestrini.
Nel 2015 é stato pubblicato dall´edizione Klever a Vienna il libro in tedesco „Blackout“, con una postfazione di Reinhard Sauer, il quale sarà moderatore nel corso della nostra serata nello spazio artistico Ottakring.
Anche bahoe books ha tradotto gli scritti di Balestrini e disegnato una bella copertina.
Vogliamo dimostrare in maniera artisticamente originale la nostra ospitalità all´egregio, il quale, per ragioni oscure, ama Vienna particolarmente.
Nanni Balestrini nella sua via ha dato vita a numerose attività artistiche e gruppi di lavoro e conosce e apprezza l´energia del lavoro collettivo.
Come contributo a questo spirito comune vediamo la mostra “alfabetosperimentale“ nella Galleria Wechselstrom, che ringraziamo per l’accoglienza. Inoltre, nello spazio di fronte, la serata prevede letture, proiezioni, performance, musica e una conversazione.
Anche per questo e per la buona sinergia di luoghi diversi e squadre diverse ringrazio di cuore tutte le persone coinvolte.
Benvenuto a Vienna e tanti auguri, Nanni!”
Nanni Balestrini è nato a Milano nel 1935 e oggi vive tra Roma e Parigi. Nei primi anni ’60 è stato protagonista de “I Novissimi“ e del “Gruppo 63“, al quale gli autori della neoavanguardia si sono associati. Balestrini è autore di numerosi romanzi e raccolte di poesie, spesso distintesi per il loro sperimentalismo. Alcuni dei suoi testi sono diventati testi chiave della generazione del ’68 (per esempio Gli invisibili, Milano, 1987). Balestrini ha avuto un ruolo di rilievo nella fondazione delle riviste di cultura Il Verri, Quindici, Alfabeta.

Balestrini è artista di successo anche nel campo delle arti visive. Tra le altre, ricordiamo la partecipazione alla Biennale di Venezia nel 1993 e nel 2012 a Documenta (13). Per la Suhrkamp è stata pubblicata nel 2009 la versione tedesca del romanzo multiplo Tristano (con la prefazione di Umberto Eco, traduzione in tedesco di Peter O. Chotjewitz). Blackout e altro (Roma, 2009) / Blackout (Klever Wien, 2015). Infine: Landschaften des Wortes (Assoziation A). https://it.wikipedia.org/wiki/Nanni_Balestrini / www.nannibalestrini.info

 

Annunci