Tag

giovedì 21 GENNAIO 2016 ore 18
Libreria Mondadori
Piazza Rosmini 6
ROVERETO

Alberto Tomiolo, ALIAS, Campanotto Editore, Udine, 2014.
IL LUNGO CAMMINO ATTRAVERSO IL VIAGGIO.
POESIE DEL CAPOLINEA

In dialogo con l’autore
introduce l’avv. Paolo Mirandola

alias foto

  ALIAS conclude una “trilogia sul viaggio”, avviata con STRADE DEL LATTE VERSATO (2006) e proseguita con SETE ORIZZONTALE DI LONGITUDINI  (2010), che arriva, se vogliamo prenderla “alla larga” con una certa autoassolutoria licenza “storicistica”, dalla lontananza dei testi giovanili (1959-1964) raccolti in PELLEGRINI CONDOTTIERI, a suo tempo proposti come “la poesia on the road dentro i miti degli anni ’60”. E non a caso, del resto, la silloge propone “idealmente” fin dal primo testo una sorta di epilogo antimitico di un topos fra i più consumati della letteratura odeporica, quello di Ulisse “viaggiatore” per antonomasia, indistruttibile “luogo comune” che continua a dominare anche le scritture più affidabili.
Nell’insieme, i testi di ALIAS “ovvero”,“in altre circostanze”,“altrimenti” – riconfermano, ribadiscono ed hanno l’ambizione di permanentemente “aggiornare” la copiosa materia di un pur consolidato apparato poetico: il VIAGGIO, come si è anticipato, in quanto processo di conoscenza ma anche riconsiderato con la critica, più o meno sottintesa, delle sue applicazioni “consumiste”; l’ ECLISSI DI UNA VISIONE RAGIONEVOLE, umanistica e consapevole dell’esistenza che introduce ed accompagna, conseguente e contestuale, il motivo inquietante, anche se anagraficamente ineludibile, della MALATTIA e del MORIRE; infine la REGISTRAZIONE, allarmata ed avvilita, DELLA DISINTEGRAZIONE MATERIALE dei luoghi e delle opere, in nome di una futile “modernità”, che pur avevano perennemente partecipato della vita degli uomini.
Persistono, rasserenanti e quasi redenti da una lunga confidenza, le vere e proprie escursioni nei LUOGHI STORICI imperativi nella formazione culturale dell’autore: Verona, Berlino, Buenos Aires.

_DSC8938_2

Annunci