Tag

Dall’8 aprile al 3 giugno 2016

la galleria Ciocca presenta la mostra

Carta da parato 40 anni dopo
di Tomaso Binga

a cura di Raffaella Perna

L’8 aprile la Galleria Ciocca arte contemporanea presenta la mostra personale di Tomaso Binga, Carta da parato 40 anni dopo a cura di Raffaella Perna. Nel 1976 Tomaso Binga, nome d’arte di Bianca Pucciarelli in Menna, realizza all’interno di un’abitazione privata romana la performance Carta da parato, riproposta l’anno successivo a Riolo Terme e alla Galleria d’Arte Moderna di Bologna: l’artista tappezza le pareti delle stanze con carte da parati su cui sono tracciati a mano segni grafici che fluiscono sulla superficie, in modo da riempire per intero lo spazio. Indossando un abito realizzato con la stessa carta, l’artista si mimetizza nell’ambiente e declama a più riprese la poesia “Io sono una carta”. L’azione dà corpo all’espressione gergale “fare carta da parato”, riferita al fatto che, in passato, in Italia le donne considerate poco avvenenti non venivano invitate a ballare, restando immobili, incollate alle pareti, in attesa di essere scelte. L’opera denuncia le disparità di genere e pone l’accento in particolare sulla subalternità culturale e sulla violenza psicologica a cui è sottoposta la donna nella società contemporanea. Abbracciando le istanze del femminismo, negli anni Settanta, Tomaso Binga ha condotto infatti una ricerca volta a esplorare il linguaggio – attraverso un processo di destrutturazione e reinvenzione della scrittura che passa anche attraverso l’uso del corpo e della voce – per demistificarne gli aspetti sessisti. In mostra, oltre alle carte da parati e al vestito indossato all’epoca dall’artista, viene presentato per la prima volta un gruppo di opere fotografiche che documentano l’azione. Sono esposte, inoltre, alcune opere collage su polistirolo riciclato realizzate nei primi anni Settanta.

Di seguito il link dell’evento:
https://www.facebook.com/events/227833767567382/

In occasione dell’inaugurazione si terrà una performance dell’artista.

Dal lunedì al venerdì dalle 14,30 alle 18,30 o su appuntamento.
L’inaugurazione si terrà l’8 aprile dalle ore 18,30.

untitled 2.jpg

untitled 4.jpguntitled.jpg

Advertisements