Tag

Studio Varroni / Eos Libri d’Artista
Via Saturnia 55, int. 2 (angolo P.zza Epiro) – Roma
Lamberto Pignotti
“In tutti i sensi”
Lo Studio Varroni / Eos Libri d’Artista inaugura una mostra antologica di Lamberto Pignotti
intitolata “In tutti i sensi”, dall’omonimo libro d’artista realizzato per l’occasione.
giovedì 12 maggio, ore 18 – 21
12 maggio – 17 giugno 2016
(dal martedì al venerdì ore 16 – 19 su appuntamento)
Questa mostra, per i 90 anni di Lamberto Pignotti, vuole rendere omaggio ad uno dei padri della poesia visiva italiana. Del multiforme lavoro di ricerca, svolto con passione da Lamberto Pignotti e delle diverse modalità di sperimentazione che lo contraddistinguono, sono esposti, in questa piccola antologica, libri d’artista e opere su carta; oltre ad una notevole documentazione di libri testuali, riviste e testimonianze del suo percorso di poeta militante nell’ambito delle neo-avanguardie.Molteplici immagini documentano i diversi linguaggi “attraversati” da Lamberto Pignotti, in un flusso continuo di sovrapposizioni e interferenze: volumi realizzati a stampa in piccole tirature; libri “illustrati”; preziosi prodotti editoriali nati dalla collaborazione tra un poeta o scrittore e un artista; libri-oggetto; cicli di collage in copia unica; multipli.Un’ampia sezione della mostra è inoltre dedicata alla sua produzione editoriale che, dagli esordi, nel mondo della letteratura degli anni cinquanta, si mostra ricchissima e aperta a forme espressive differenti che vanno dalla poesia lineare alla saggistica e alla narrativa.Viene inoltre presentato per l’occasione, il suo più recente libro d’artista “In tutti i sensi”, edito dalle Edizioni Eos, facente parte di una collana di libri d’artista di grandi dimensioni, di 25 autori, contenenti un’opera manuale e un testo di ogni artista.L’opera artistica di Lamberto Pignotti, tra poesia sperimentale, arte visiva e mass media, rapporta segni e codici di diversa provenienza linguistica. Un’attività multimediale e sinestetica in continua dialettica tra parole, immagini fotografiche, documenti e scritture rielaborate. Fanno parte della sua poetica gli “happening” e le “performance”; le cassette logo-musicali; i libri oggetto di plastica o di metallo; e, naturalmente, le “poesie visive” sotto forma di collage o di interventi su foto di cronaca, di moda, di pubblicità, ecc.Nell’uso della tecnica del collage, l’artista rielabora, spesso con efficaci effetti parodistici, la dimensione patinata delle riviste di moda e della pubblicità, nell’intento di restituire alla comunicazione stessa la dimensione estetica negatale dalla società consumistica. È qui che la poesia visiva fa uso soprattutto dell’ironia, del rovesciamento e della riflessione metalinguistica; una messa in questione delle capacità comunicative dei linguaggi in modo strumentale e analitico.Di tutto ciò, Lamberto Pignotti è al tempo stesso artefice e lettore, protagonista e interprete, grazie all’apporto sinestetico, delle tematiche proprie della poesia tecnologica e visiva.La mostra è corredata da una brochure contenente un testo di Lamberto Pignotti, con un inserto, in numero limitato, di un multiplo elaborato a mano e firmato dall’artista.Lamberto Pignotti, poeta e artista italiano (n. Firenze 1926). Professore all’università di Firenze e poi dal 1971 al DAMS dell’Università di Bologna, fu tra i fondatori del Gruppo 70 e, poco dopo, del Gruppo 63. È tra gli ideatori e teorici della cosiddetta poesia visiva che partendo dalla base futurista, dadaista e surrealista, si avvale dei diversi codici linguistici e percettivi. Sono nati così i collages composti da ritagli di scrittura e di foto tratte dal mondo dei mass media nei quali le immagini, decontestualizzate, riassumono nella loro immediatezza significato, discostandosi dall’appiattimento e dall’assuefazione del messaggio originario. Sostenitore dell’arte plurisensoriale, è stato protagonista di numerose performances.Autore di saggi e raccolte poetiche, si ricordano: Odissea, 1954 e 1994; Come stanno le cose, 1959; Nozione di uomo, 1964; Antologia di poesie visive, 1965; Una forma di lotta, 1967; Istruzioni per l’uso degli ultimi modelli di poesia, 1968; Fra parola e immagine, 1972; Il supernulla, 1974; Parola per parola, diversamente, 1975; Il discorso confezionato, 1979; Vedute, 1982; Questa storia o un’altra, 1984; Giro del mondo, 1987; Figure, scritture, 1987; Tutte le direzioni, 1988; Sine aesthetica, sin estetica, 1990; Zone marginali, 1991; I sensi delle arti/Sinestesie e interazioni estetiche, 1993; In altro modo, 2001; Identikit di un’idea/Dalla poesia tecnologica e visiva all’arte multimediale e sin estetica, 2003; Scritture convergenti/Letteratura e mass media, 2005; Favole minime, 2006; Eventi diversi, 2006; Scrittura verbovisiva e sinestetica, 2011; Versi sinottici, 2011; Atlante allegorico, 2014; Giochi d’arte, giochi di carte, 2014; Diario corale, 2016.Da menzionare anche alcune sue recenti mostre antologiche personali, con catalogo: In forma di libro/I libri di Lamberto Pignotti, Biblioteca civica Luigi Poletti, Modena, 2007; Parole, immagini e…, Galleria Armanda Gori Arte, Prato, 2008; Ugo e Lamberto Pignotti, Museo Casa Siviero (col padre pittore, Ugo Pignotti), Firenze, 2009; La poesia ve lo dice prima, la poesia ve lo dice meglio, opere dal 1945 al 2010, Fondazione Berardelli, Brescia, 2010; Poesia visiva tra figura e scrittura, CSAC, Università di Parma, Skira, 2012; Libri d’artista e libri oggetto, donazione di Lamberto Pignotti alla Fondazione Berardelli, Fondazione Berardelli, Brescia, 2012.Di Lamberto Pignotti si sono occupati vari studiosi e critici letterari e d’arte come Gillo Dorfles, Giulio Carlo Argan, Luciano Anceschi, Umberto Eco, Filiberto Menna, Achille Bonito Oliva, Renato Barilli, Giacomo Devoto, Maria Luisa Altieri Biagi, Ermanno Migliorini, Aldo Rossi, Enzo Paci, Vincenzo Accame, Omar Calabrese, Egidio Mucci, Luigi Ballerini, Adriano Spatola, Vittorio Fagone, Bruno Corà, Giorgio di Genova, Martina Corgnati, Arturo Carlo Quintavalle, Gianni Toti, Mario De Candia, Patrizia Ferri, Enrico Mascelloni, Valerio Dehò, Daniela Palazzoli, Antonio Porta, Claudio Cerritelli, Stefania Stefanelli, Eugenio Battisti, Gabriella Dalesio, Guido Guglielmi, Elio Pagliarani, Mario Lunetta, Pietro Favari, Paolo Guzzi, Tommaso Trini, Marcello Carlino, Aldo Mastropasqua, Francesco Muzzioli, Giorgio Patrizi, Anna Cochetti, Alessandra Borgogelli, Lorenzo Mango. Raffaella Perna, Melania Gazzotti, Nicole Zanoletti, Patrizio Peterlini, Lucilla Saccà, Nicola Spano, Teresa Spignoli, Federico Fastelli, Maria Carla Papini, Laura Monaldi, Vania Granata, Lucia Miodini, Gudrun De Chirico, Giorgio Zanchetti, Carla Barbieri, Gio Ferri, Vittorio Fagone, Giorgio Bonomi, Giuseppe D’Agata, Mario Verdone, Matteo D’Ambrosio, Antonella Sbrilli, Ada De Pirro, Daniela Vasta, Salvatore Luperto, Carlo A. Augieri, Toti Carpentieri, Alberto Abruzzese, Toni Jop, Furio Colombo, Giuliano Manacorda, Maria Corti, Paolo Fossati, Giovanni Fontana, Paolo Albani, Pier Luigi Tazzi, Giuseppe Prezzolini, Pietro Bonfiglioli, Gianni Scalia, Alfredo Giuliani, Gian Marco Walch, Lucio Vetri, Lea Vergine, Attilio Tori, Angela Sanna, Italo Mussa, Annalisa Rimmaudo, Luciano Caruso, Stelio Maria Martini, Walter Guadagnini, Francesco Tedeschi, Mario Medici, Corrado Maltese, Antonello Tolve, Michele Brescia, Luca Succhiarelli, Cristiano Caggiula, Francesco Aprile…
Studio Varroni / Eos Libri d’Artista – Via Saturnia, 55 – 00183 Roma
Tel. +39 068812298 – Cell. +39 3487347243 – info@eosedizioni.ithttp://www.eosedizioni.it

Annunci