Tag

Nell’occasione sarà effettuata una raccolta fondi da versare alla Croce Rossa in favore dei terremotati del Reatino e del Piceno

manifesto festival 17 agosto 2016.jpg

Il 26 ed il 27 agosto 2016 nel borgo medievale di Bocchignano, nel Comune di Montopoli di Sabina (RI), si svolgerà la prima edizione del Festival di Poesia Versi extravaganti”, organizzata dall’Associazione culturale Euterpe con la collaborazione dell’Associazione letteraria Premio Nazionale Elio Pagliarani e col Patrocinio del Comune di Montopoli in Sabina.
La rassegna, a cura di Cetta Petrollo, prevede oltre alla partecipazione d’importanti autori del panorama culturale nazionale, anche la partecipazione del Coro dei poeti di Genova Voci, diretto da Patrizia Battaglia in “Maratona Pagliarani”.
Un’occasione unica che permette di ammirare il suggestivo Borgo medievale sabino, ascoltare le voci dei poeti in lettura in tutte le piazze del paese, la musica dal vivo, assistere alla video proiezione a cura degli Elastic Group of artistic Research sul muraglione d’ingresso del paese e lasciarsi andare alla suggestione delle antiche mura del borgo illuminate dai versi dei poeti e alla mostra fotografica di Dino Ignani con la quale scoprire il borgo “incantato” e i suoi abitanti.
Nell’ambito della manifestazione saranno presentate alcune pubblicazioni tra le quali, “Nel Nosocomio” di Rosaria Lo Russo, “Sonnologie” di Lidia Riviello, “Rimescolando” di Paola Sansone, “La Sommersione” di Sara Ventroni e “127kBdiarte, pensare l’arte in rete” degli ELASTIC Group of Artistic Research.
A corredo dell’iniziativa numerosi eventi collaterali con musica live, che vede il contributo nell’arco delle due serate di band acustiche Debug, Neri a metà, Wah Wah e improvvisazioni a cura della Jazz Friends.
Nonché la partecipazione speciale di Mario Bondioli Osio nella lettura di Carlo Porta e l’omaggio di un cavaliere al poeta Valentino Zeichen, venuto a mancare lo scorso 5 luglio.
Il pubblico sarà inoltre invitato a partecipare in “Lascia una tua poesia”, lungo il percorso, potrà scrivere una poesia da lasciare sulle piramidi/installazioni in salice, realizzate da Le Panare di Francesco. Le poesie saranno poi lette dai poeti nella serata conclusiva del Festival.
Lungo il percorso sarà possibile degustare le specialità sabine, con stand enogastronomici di prodotti locali e riscoprire la magia dell’antico forno del paese che sarà riaperto per l’occasione.
Per i più piccoli è previsto un laboratorio creativo alla scoperta della manualità e del significato dell’ispirazione creativa, come libera espressione.

programma dettagliato festival.jpg

Advertisements