Tag

11.04.2017

Conferenza
Villa Romana negli anni Settanta

L’appuntamento rientra nel calendario di eventi promossi dal Fuorimostra di Palazzo Strozzi in occasione dell’esposizione Bill Viola. Rinascimento elettronico.

ore 18:30

untitled
Villa Romana, 31 luglio 1977, foto: Klaus Heider

Nella Firenze degli anni Settanta, Villa Romana vive una stagione di grande vivacità grazie alla presenza di numerosi ospiti d’eccezione che animano la residenza d’artista insieme ai quattro borsisti annuali, infrangendo ogni barriera tra arte e vita quotidiana.
Georg Baselitz, Markus Lüpertz, Anna Oppermann, Martin Kippenberger, Michael Buthe, Klaus vom Bruch e Ulrike Rosenbach sono tra i più assidui frequentatori della casa. A Firenze lavorano, fanno festa, organizzano performances e partecipano a progetti espositivi. In questi stessi anni visitano spesso la casa anche numerosi artisti fiorentini come Lanfranco Baldi, Giuseppe Chiari, Riccardo Guarneri, Maurizio Nannucci e Paolo Masi che contribuiscono a rafforzare il legame con la città.
Nel corso della presentazione saranno ripercorsi gli incontri, le performances e le esposizioni attraverso le fotografie ancora conservate in archivio. Esse testimoniano la graduale trasformazione della Villa da isolata residenza per borsisti a laboratorio di produzione e divulgazione della ricerca contemporanea, nonché luogo d’elezione per la riflessione sui nuovi modi di intendere il rapporto tra avanguardia e tradizione.
Carlotta Castellani è nata a Firenze nel 1982. Laureata in storia dell’arte contemporanea all’Università di Firenze, è dottore di ricerca presso la Scuola di Dottorato Internazionale delle Università di Firenze, Paris IV Sorbonne e Bonn. Da aprile 2014 si occupa del riordinamento e dello studio analitico dell’archivio di Villa Romana. Sta ultimando un volume sulla storia dell’attività espositiva del Salone Villa Romana (1979-2005).

Annunci