Tag

cineparaprima_634.jpg

Venerdì 23 giugno alle ore 19.00 andrà in scena L’Estate di Dino Campana, uno spettacolo in prima assoluta e pensato appositamente da Laura Piazza (voce recitante) e Eloisa Manera (violino) per la rassegna Suoni in Abbazia, organizzata in collaborazione con Associazione Culturale Rest-Art presso l’Archivio-Museo CSAC.

Il mare nel vento mesceva il suo sale che il vento mesceva e levava nell’odor lussurioso dei vichi, e la bianca notte mediterranea scherzava colle enormi forme delle femmine tra i tentativi bizzarri della fiamma di svellersi dal cavo dei lampioni.

 Qual ponte, muti chiedemmo, qual ponte abbiamo noi gettato sull’infinito, che tutto ci appare ombra di eternità? A quale sogno levammo la nostalgia della nostra bellezza? La luna sorgeva nella sua vecchia vestaglia dietro la chiesa bizantina.

“Ne la sera dei fuochi de la festa d’estate”, nello scenario dell’Abbazia di Valserena, risuoneranno i Canti Orfici (1914) di Dino Campana: ripercorrendo nella sua interezza il peregrinare tra paesaggi infernali e misterici, urbani e marini de La Notte, prima sezione dei Canti, la voce diLaura Piazza, insieme al violino di Eloisa Manera, accompagnerà il pubblico nell’incontro con il grande poeta toscano e con un’opera – la sua unica – che è la luminosa e terribile espressione della poesia nel suo farsi.

Suoni in Abbazia è una rassegna che porta allo CSAC – Centro Studi e Archivio della Comunicazione dell’Università di Parma una serie di concerti dedicati all’improvvisazione e alla musica contemporanea, che vede i musicisti confrontarsi con il contesto unico dell’Abbazia di Valserena e delle collezioni. Suoni in Abbazia proseguirà fino a dicembre con grandi progetti tra musica, letteratura e arte contemporanea, dall’improvvisazione tra le collezioni di Mario Mariotti e Elia Moretti al lavoro site-specific di Roberto Bonati, dalla rilettura della tradizione folk diSimone Mauri e Flaviano Braga al tributo a Robert Morris di Gabriele Mitelli.
Il costo del biglietto per tutti i concerti è di dieci euro. Per il personale docente e non docente Unipr il costo del biglietto è euro 5. Per tutti gli studenti Unipr l’ingresso è gratuito.

Nella cornice dell’Abbazia di Valserena, nella corte delle Sculture, si terrà inoltre dalle ore 21 anche la tradizionale cena di San Giovanni, organizzata da Locanda Abbazia con un classico menù composto da prodotti del territorio parmigiano e i tradizionali tortelli d’erbetta. Per prenotazioni ed informazioni www.locandabbaziaparma.it.

 

Annunci